La storia del Parco Prima proposta del Parco Nazionale d'Abruzzo fatta nel 1917 dalla Federazione Pro - Montibus. Fu nel comune di Opi, uno dei più suggestivi del Parco, che il 2 Ottobre 1921 la Federazione Pro -  Montibus et Silvis di Bologna, guidata dall'illustre zoologo Professor Alessandro Ghigi e dal botanico Professor Romualdo Pirotta, volle istituire la prima area protetta d'Italia affittando dal comune stesso 500 ettari della Costa Camosciara, nucleo iniziale del Parco, situato nell'alta Val Fondillo, divenuta successivamente una delle valli più famose e frequentate.